Prove su Metalli e lalalalalal

Gli elementi di fissaggio tradizionali sono dadi e bulloni in tutte le loro varianti, anche ganci, occhielli, viti e rivetti sono elementi utilizzati per unire parti che non devono essere separate sotto carico. Qui si prende in considerazione la tecnologia di fissaggio in generale e, in particolare, quella di saldatura. Le normative di riferimento sono DIN EN ISO 9015-1 e -2, DIN EN ISO 14271 e DIN ISO 22826. 

Prove di trazione

Gli elementi di fissaggio filettati sono selezionati molto attentamente in quanto si tratta di componenti per le applicazioni industriali che vengono integrati perfettamente all’interno del prodotto. È importante determinare con accuratezza (con test di trazione) i moduli elastici e i limiti dei carichi elastici, così da stabilire le forze limite per un fissaggio a vite sicuro e affidabile. Il grande numero di applicazioni richiede una vasta gamma di viti e bulloni di diverso tipo. La nostra selezione completa di afferraggi, con l’opzione di soluzioni personalizzate, semplifica le prove in quest'area.

Prove di Taglio

Oltre ai carichi di trazione assiali, diversi sforzi di taglio possono interessare i componenti, e possono rapidamente portare a rottura. Le prove di taglio su parti saldate o su provini sono quindi essenziali, particolarmente quando sono coinvolte giunture rivettate. L’applicazione accurata del carico è essenziale per evitare l'insorgere di altre forze oltre quella di taglio, che falserebbero i risultati. Secondo le tue esigenze possiamo sviluppare una specifica per il corretto afferraggio dei provini o componenti per poi produrre la disposizione di prova richiesta. Questi dispositivi di prova possono essere semplici o molto complessi, ma soddisfano sempre i requisiti di prova.

Prove di fatica

Oltre al carico statico, gli elementi di fissaggio sono generalmente soggetti a carichi ciclici frequenti, incluse le vibrazioni. Le prove di fatica su viti e bulloni sono più veloci ed efficienti se effettuate con un Vibroforo. È possibile applicare carichi ciclici fino a 1000 kN, con range di frequenza fino a circa 285 Hz, utilizzando afferraggi progettati specificatamente per viti/bulloni e altri elementi di fissaggio. L'azionamento magnetico, che genera una risonanza controllata nel sistema e nel provino, richiede potenza minima, con conseguente test a basso costo. Nei provini a H le singole giunzioni sono soggette a carichi ciclici in trazione e compressione mentre gli elementi di fissaggio ad un effetto di taglio. I supporti per provini a H, progettati per queste prove, distribuiscono le forze sull’intera struttura. La curvatura e l’allentamento risultante della struttura può essere misurato con un estensimetro. Con i valori di deformazione, la macchina di prova - anche in questo caso un Vibroforo - può fornire il controllo di carichi o deformazione, in base a come viene condotto il test.

Prove Aggiuntive su Elementi di Fissaggio

  • Prove di flessione e compressione
  • Prove di torsione
  • Prove di durezza
  • Prove di creep
  • Torri di caduta
Top