Prove di creep

ISO 899-1, ISO 899-2, ASTM D2990, ISO 16770

Durante una prova di creep, i provini vengono sottoposti a un carico statico. Questo corrisponde al carico applicato su molti componenti in plastica. La deformazione del provino viene registrata durante tutta la durata della prova che talvolta dura anche 1000 ore. Utilizzando questo dato, possono essere generate curve che raffigurano il comportamento a lungo termine di materie plastiche.

Le prove di creep sono descritte all'interno delle seguenti normative: ISO 899-1 ISO 899-2, e ASTM D2990. Per le prove di creep con intaglio pieno (FNTC) su tubi si fa riferimento alla normativa ISO 16770  .

Dal momento che questo tipo di test viene eseguito per un lunghi periodi di tempo, è tipico testare provini multipli in una sola volta, in questo modo è possibile ottenere risultati statisticamente verificati. Per questo le macchine di prova sono dotate di più assi di prova.

Il condizionamento è un aspetto importante da considerare durante questi test, è necessario impedire la dilatazione termica dovuta alle variazioni di temperatura. Per questo motivo è necessario garantire che la temperatura ambiente rimanga costante durante tutta la prova. Invece, per i test al di sopra o al di sotto della temperatura ambiente vengono utilizzate camere climatiche.

La deformazione del provino viene determinata otticamente grazie a sistemi per prove di creep che utilizzano sistemi di misurazione videomontati dietro gli assi di prova per consentire all'operatore di accedere al sistema dalla parte frontale.

Le macchine per prove di creep elettromeccaniche, KappaMultistation, sono dotate di cella di carico e un drive per ogni asse di prova. Oltre ad eseguire prove di creep, queste macchine possono essere utilizzate per metodi di prova quasi statici per eseguire, per esempio, prove di trazione secondo la ISO 527-2.

Prove di creep a trazione secondo la ISO 899-1

Gli afferraggi per la trazione, posizionati sugli assi di prova, consentono il serraggio sicuro del provino, in particolare dei provini di tipo 1A in accordo con la ISO 527-2. Il carico di prova viene calcolato a seconda delle varie esigenze, deve essere applicato senza urti e/o vibrazioni e quindi mantenuto costante.

La temperatura e l'umidità sono solitamente registrate durante l'intera prova.

La deformazione del provino viene registrata da un sistema di misurazione all'avanguardia. È possibile specificare gli intervalli di misurazione nel Software testXpert II.

I risultati di prova sono:

  • Modulo di trazione (creep) e modulo di reazione nominale (creep)
  • Resistenza a trazione (creep)
  • Curve di creep con asse temporale logaritmico
  • Curve modulo-tempo (creep) con asse temporale logaritmico
  • Curve deformazione-stress isocrone
  • Curva deformazione recupero

Prove di creep a flessione secondo la ISO 899-2

Come descritto nella normativa ISO 178 per prove di flessione,come strumento di prova viene usato un dispositivo di flessione a 3 punti. Il provino ISO ha dimensioni 10 x 4 x 80 mm e viene ricavato dalla sezione del provino "multi-purpose". Con tutte le prove di flessione è necessario misurare con estrema attenzione e cura l'altezza del provino.

Il carico di prova, da specificare prima dell'inizio del test a seconda delle caratteristiche del polimero e della destinazione d'uso, viene applicato senza urti e/o vibrazioni.

La deflessione è misurata utilizzando il movimento del punzone escludendo le deformazioni proprie del sistema di prova, oppure tramite un sistema di video misurazione. La temperatura e l'umidità sono solitamente registrate durante l'intera prova.

I risultati di prova sono:

  • Modulo di flessione (creep)
  • Resistenza a flessione (creep)
  • Curve di creep con asse temporale logaritmico
  • Curve modulo-tempo (creep) con asse temporale logaritmico
  • Curve deformazione-stress isocrone

Two new Kappa Multistation creep testing systems for UL TTC

The UL Thermoplastics Testing Center (UL TTC) in Krefeld, Germany, is a leading global provider in the fields of compounding, specimen manufacture and testing and certification of innovative plastics. The materials covered range from simple polyolefins to high-performance thermoplastics. The company has recently expanded its creep tensile testing capacity by investing in two Kappa Multistation creep testing systems by ZwickRoell.
Top